Articoli

CONTRIBUTI E AGEVOLAZIONI PER L'INNOVAZIONE NELLA FASE DI RIPARTENZA

Per accompagnare le imprese proponiamo un "servizio chiavi in mano" di assistenza mirata e personalizzata in tutte le fasi del progetto finanziato:

  • Analisi dei fabbisogni
  • Ricerche mirate sulle opportunità di finanziamento
  • Valutazioni e studi di fattibilità sui progetti di investimento
  • Presentazione delle pratiche per la concessione di contributi e agevolazioni
  • Erogazione dei servizi di consulenza e formazione
  • Gestione del progetto e rendicontazione tecnico-economica

 

Di seguito i bandi aperti e di prossima apertura per finanziare gli investimenti per la ripartenza.

 

>> BANDI APERTI <<

  

BANDI TOSCANA

 

NEW!   VOUCHER PER L'INNOVAZIONE DIGITALE E LA RIPARTENZA - CCIAA (MPMI)

Le Camere di Commercio finanziano l'innovazione digitale delle imprese tramite l'utilizzo di contributi a fondo perduto. Le sedi territoriali hanno pubblicato, o sono in fase di uscita, bandi rivolti alle PMI toscane di tutti i settori economici per il sostegno all'acquisto di beni strumentali, servizi di consulenza e formazione e canoni, licenze e noleggio attrezzature funzionali allo sviluppo di iniziative di digitalizzazione e alla sicurezza del fare impresa. La misura prevede un contributo fino al 70% delle spese ammissibili, per un massimo di 7.000€.

Vi proponiamo servizi di consulenza e formazione per l’innovazione e la business continuity. Qualche esempio: Business Continuity Assessment, con analisi degli Impatti e valutazione dei rischi conseguenti la fase di emergenza e la predisposizione di Piani di azione per la continuità d'impresa; I4.0 Assessment per l'innovazione digitale, con la valutazione della Maturità Digitale, l’analisi dei Gap Tecnologici d’impresa e accompagnamento alla scelta delle soluzioni I4.0 coerenti con gli obiettivi di Business stabiliti e Road Map I4.0 per la pianificazione tecnico-economica degli investimenti I4.0; Digital Marketing Assessment e soluzioni innovative per l'e-commerce; Re-engineering dei processi e dei modelli organizzativi di smartworking con formazione al personale per l’adattamento alla smart collaboration; efficientamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività e gestione digitale delle informazioni e documenti; Analisi di soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain; Valutazioni e studi di fattibilità sui progetti di investimento I 4.0.

Scadenze e dotazioni nella regione Toscana:

  • PRATO - Dotazione:165.000€ - Apertura bando: 01/06/2020 - Scadenza: 30/09/2020
  • FIRENZE - Dotazione:374.845€ - Apertura bando: 16/07/2020 - Scadenza: 31/07/2020
  • PISTOIA - Dotazione:190.000€ - Apertura bando: 22/06/2020 - Scadenza: 30/09/2020
  • PISA - Dotazione:1.300.000€ - Apertura bando: 22/06/2020 - Scadenza: 31/07/2020
  • AREZZO E SIENA - Dotazione:455.000€ - Apertura bando: 19/06/2020 - Scadenza: 30/09/2020
  • MASSA CARRARA - Uscita bando prevista per fine giugno
  • LUCCA - Uscita bando prevista per fine giugno

 

VOUCHER FORMATIVI A IMPRENDITORI E LIBERI PROFESSIONISTI POR FSE 2014 2020 - Regione Toscana

Il Bando finanzia percorsi formativi per imprenditori e liberi professionisti  residenti in Toscana, volti a sviluppare le competenze in ambito digitale e dell'economia corcolare, aggiornare le modalità di gestione aziendale ed adottare nuovi modelli di organizzazione del lavoro.

L'agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto sotto forma di voucher di importo pari a:

  • 3.000 euro per imprenditori e loro coadiuvanti, amministratori unici di aziende, componendi di consigli di amministrazione, soci di cooperative o aziende private
  • 2.000 euro per liberi professionisti che svolgono attività di tipo intellettuale

Le domande possono essere presentate a partire dal 2 aprile 2020 fino ad esaurimento dei fondi stanziati.

 

PROGETTI STRATEGICI DI RICERCA E SVILUPPO - BANDO n°1 - POR FESR 2014 2020 - Regione Toscana (GI)

Il Bando finanzia la realizzazione di progetti di investimento in ricerca industriale e sviluppo sperimentale sul territorio regionale.

Possono presentare la domanda di finanziamento le Grandi Imprese in cooperazione con almeno 3 Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) (associate nella forma di ATI o RTI) e i liberi professionisti in quanto equiparati alle Piccole e medie Imprese ed Organismi di Ricerca (solo in qualità di partner).

Il Bando finanzia le spese di personale (ricercatori, tecnici ed altro personale impiegato nel progetto di ricerca), i costi di strumenti e attrezzature, della ricerca contrattuale e quelli dedicati a fabbricati e terreni utilizzati per il progetto. Il costo totale ammissibile del progetto presentato a valere sul presente bando non deve essere inferiore a € 1.500.000 e superiore a € 3.000.000. L'agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto nelle seguenti misure:

  • 40% del progetto presentato per Micro e Piccole Imprese
  • 35% del progetto presentato per Medie Imprese
  • 20% del progetto presentato per Grandi Imprese
  • 40% del progetto presentato per Organismi di Ricerca

Le domande possono essere presentate a partire dalle ore 9.00 del 2 maggio 2020 e fino alle ore 17.00 del 30 giugno 2020.

 

NEW!   PROGETTI STRATEGICI DI RICERCA E SVILUPPO - BANDO n°2 - POR FESR 2014 2020 - Regione Toscana (MPMI)

Il Bando finanzia la realizzazione di progetti di investimento in ricerca industriale e sviluppo sperimentale sul territorio regionale.

Possono presentare la domanda di finanziamento le Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) singole o in cooperazione fra loro (in numero minimo di 3) e i liberi professionisti in quanto equiparati alle Piccole e medie Imprese ed Organismi di Ricerca (solo in qualità di partner).

Il Bando finanzia le spese di personale (ricercatori, tecnici ed altro personale impiegato nel progetto di ricerca), i costi di strumenti e attrezzature, della ricerca contrattuale e quelli dedicati a fabbricati e terreni utilizzati per il progetto. Il costo totale ammissibile del progetto presentato a valere sul presente bando non deve essere inferiore a € 150.000 e superiore a € 1.500.000. L'agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto nelle seguenti misure:

  • 30% del progetto presentato per Micro e Piccole Imprese
  • 40% del progetto presentato per Micro e Piccole Imprese in cooperazione con altre imprese
  • 25% del progetto presentato per Medie Imprese
  • 35% del progetto presentato per Medie Imprese in cooperazione con altre imprese
  • 40% del progetto presentato per Organismi di Ricerca in cooperazione con imprese

Le domande possono essere presentate a partire dalle ore 9.00 del 2 maggio 2020 e fino alle ore 17.00 del 30 giugno 2020.

 

BANDI NAZIONALI

 

CREDITO D'IMPOSTA FORMAZIONE 4.0 - MISE (GI e MPMI) 

Il Bando finanzia a fondo perduto sottoforma di credito d'imposta la formazione del personale dipendente di PMI e Grandi Imprese su tematiche I4.0 per la trasformazione tecnologica e digitale. Sono ammissibili le spese sostenute per la formazione o il costo del personale che ha partecipato alla formazione nel periodo d'imposta agevolabile e nel limite massimo di 300.000 euro, 200.000 euro per le Grandi Imprese. Il contributo sarà assegnato in percentuale variabile dal 25% al 50% in base alla dimensione dell'impresa. La nostra Agenzia Formativa accreditata può seguirvi in tutte le fasi del progetto, dall'analisi di finanziabilità, alla predisposizione del progetto, alla rendicontazione finale.

Il presente finanziamento non esclude la possibilità di accedere ad altri contributi pubblici calcolati sugli stessi costi.

 

CREDITO D'IMPOSTA RICERCA & SVILUPPO MISE (GI e MPMI)

Contributo a fondo perduto sotto forma di credito di imposta pari al 50% dei costi del personale e dei contratti di ricerca se affidati alle Università, pari al 25% per le altre tipologie di costi ammissibili, fino all’importo massimo annuale di 20 milioni di euro e con minimale pari a 30.000 euro eccedente la media annuale riferita ai tre periodi di imposta di riferimento.  Il credito di imposta è utilizzabile, esclusivamente in compensazione, a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in cui sono stati sostenuti i costi, per le attività di ricerca e sviluppo. Le spese ammesse a finanziamento sono quelle relative alle seguenti categorie di costo:

  • Personale impiegato nelle attività di Ricerca & Sviluppo
  • Strumenti e attrezzatura di laboratorio
  • Contratti di ricerca stipulati con università, enti di ricerca e organismi equiparati, e con altre imprese
  • Competenze tecniche e privative industriali
  • Attività di certificazione contabile, per le imprese non soggette a revisione legale dei conti e prive di un collegio sindacale e nel limite massimo di € 5.000

Il presente finanziamento non esclude la possibilità di accedere ad altri contributi pubblici calcolati sugli stessi costi.

 

NEW!   FORMAZIONE 4.0 per DIPENDENTI D'IMPRESA Fondi Interprofessionali (GI e MPMI)

Attraverso i Fondi Interprofessionali è possibile finanziare al 100% a fondo perduto piani formativi aziendali o interaziendali. Ogni Impresa potrà usufruire di corsi gratuiti per la formazione specialistica dei propri dipendenti (operai, impiegati e quadri), su qualunque argomento formativo, inclusa la formazione obbligatoria in materia di Salute e Sicurezza sui luoghi di lavoro. La partecipazione ai progetti non prevede pagamenti, neppure a titolo di anticipo. L'invito è rivolto a tutte le imprese innovative con unità produttiva sul territorio toscano e iscritte ad un Fondo Interprofessionale. L'Organizzazione può richiedere un servizio chiavi in mano e personalizzato di progettazione, presentazione, gestione e rendicontazione del Piano Formativo finanziato.  > Scopri i Bandi attivi per finanziare la formazione nella tua Organizzazione!

 

NEW!   BANDO #CURAITALIA INCENTIVI PER PRODUZIONE E FORNITURA DI DISPOSITIVI ANTI-CONTAGIO - INVITALIA (GI e MPMI)

Il Bando #CuraItalia Incentivi è la misura che finanzia interventi di ampliamento e/o riconversione delle attività finalizzati alla produzione e fornitura di dispositivi medici e di protezione individuale (DPI) per il contenimento e il contrasto dell'emergenza epidemiologica Covid-19. La dimensione del progetto di investimento può variare da 200mila € a 2 milioni di € ed è previsto un mutuo a tasso agevolato a tasso zero a copertura del 75% del programma di spesa. Il mutuo agevolato può trasformarsi in fondo perduto in funzione della velocità di intervento:

  • 100% di fondo perduto se l'investimento di completa entro 15 giorni
  • 50% di fondo perduto se l'investimento di completa entro 30 giorni
  • 25% di fondo perduto se l'investimento di completa entro 60 giorni

Le domande di agevolazione possono essere presentate a partire dalle ore 12 del 26 marzo con procedura "a sportello" e saranno valutate in ordine cronologico fino ad esaurimento delle risorse.

 

NEW! CREDITO D'IMPOSTA PER PROTEZIONI E SANIFICAZIONE - MISE (GI e MPMI) 

La misura, inclusa nel "Decreto Legge Liquidità" (D.L. 23/2020) e finalizzata ad incentivare le misure preventive alla diffusione del virus Covid-19 nei luoghi di lavoro, finanzia a fondo perduto sottoforma di credito d'imposta pari al 50% delle spese sostenute nel 2020 per le seguenti spese:

  • spese di sanificazione degli ambienti di lavoro
  • spese di sanificazione degli strumenti di lavoro
  • spese per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale dei lavoratori
  • spese per l’acquisto di altri dispositivi di sicurezza dei lavoratori.

Il credito d'imposta può raggiungere un massimo di 20.000€ per ciascun beneficiario, nel limite complessivo di spesa pari a 50 milioni di € per l'anno 2020.

 

CREDITO D'IMPOSTA PER ACQUISTO DI CESPITI (ex IPER e SUPERAMMORTAMENTO) - MISE (GI e MPMI)

L'agevolazione prevede che i titolari di reddito d'impresa possano godere di un credito d'imposta per l'acquisto di: 

  1. Beni strumentali materiali tecnologicamente avanzati
  2. Beni strumentali immateriali funzionali ai processi di trasformazione 4.0
  3. Altri beni strumentali materiali, diversi dalle categorie di cui sopra

Per investimenti di cui al punto a) è riconosciuto un credito d'imposta nella misura del: 

  • 40% del costo per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
  • 20% del costo per la quota di investimenti oltre i 2,5 milioni di euro e fino al limite di costi complessivamente ammissibili pari a 10 milioni di euro

Per investimenti di cui al punto b) è riconosciuto un credito d'imposta nella misura del: 

  • 15% del costo nel limite massimo dei costi ammissibili pari a 700.000. Si considerano agevolabili anche le spese per servizi sostenute mediante soluzioni di cloud computing per la quota imputabile per competenza

Per investimenti di cui al punto c) è riconosciuto un credito d'imposta nella misura del: 

  • 6% nel limite massimo dei costi ammissibili pari a 2 milioni di euro

 

BENI STRUMENTALI "NUOVA SABATINI" - MISE (GI e MPMI)

La misura sostiene gli investimenti per macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonchè software e tecnologie digitali, agevolando l'accesso al credito alle MPMI. Il contributo è determinato in conto interessi come segue:

  • 2,75% degli interessi maturati per gli investimenti ordinari
  • 3,575% degli interessi maturati per gli investimenti in tecnologie 4.0

 

PATENT BOX - MISE (GI e MPMI)

Patent Box è il regime di agevolazione fiscale rivolto a tutti i titolari di reddito d'impresa che esercitano attività di Ricerca e Sviluppo. Consiste nella detassazione del 50% dei redditi derivanti dall'utilizzo di opere d'ingegno, brevetti industriali, disegni e modelli, processi e formule.

 

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

Avvia il percorso di trasformazione digitale della Tua Impresa con il Questionario Preliminare di Orientamento I4.0

bottone entra

VOUCHER 2017 JPEG